6 CAUSE PRINCIPALI DI PERDITA DEI CAPELLI NEI BAMBINI

Se vi siete accorte da un po di tempo a questa parte che vostro figlio (o figlia) ha iniziato a perdere molti capelli è il caso di prendere subito provvedimenti, cercando di capire le cause di questa caduta improvvisa.
Quando si tratta di perdita di capelli nei bambini, entrano in gioco vari fattori.

QUALI SONO LE CAUSE?

Come ho scritto prima, possono essere molte le cause della perdita dei capelli nei bambini e si possono catalogare in CAUSE MEDICHE e CAUSE DA STRESS CAPILLARE (NON MEDICHE).
Partiamo da quelle più semplici e facili da risolvere.

CAUSE DA STRESS CAPILLARE (NON MEDICHE)
Le cause più comuni e normali che possono capitare sono:

  • L’utilizzo di prodotti chimici per il trattamento della cute (possono essere legati anche ad alcune allergie)
  • Capelli molto aridi e secchi dovuti all’utilizzo di fonti di calore elevato e cute sensibilizzata
  • Trecce, coda di cavallo e mollette legate troppo strette con conseguenza di dolore alla cute della testa
  • Pettini o spazzole utilizzate sui capelli in modo errato, che portano a spezzare i capelli

CAUSE MEDICHE
Le cause mediche, che di norma sono più rare, ma esistono , sono principalmente 6 e colpiscono mediamente i bambini tra i 24 mesi agli 8 anni e sono:

1 TRICOTILLOMANIA

La perdita dei capelli è causata da bambini che tirano, pizzicando, torcendo, o strofinando i capelli. Questo è spesso innescato da stress o ansia nell’ambiente del bambino.

2 TINEA CAPITIS O TIGNA

La tigna dei capelli o Tinea capitis, è una micosi contagiosa tipicamente pediatrica. Si caratterizza per l’infiammazione di aree più o meno estese del cuoio capelluto, dov’è possibile notare un certo grado di desquamazione cutanea, pseudo alopecia ed eritema.

La tigna dei capelli è una dermatomicosi, perché è causata da un fungo, un dermatofita. Questi microrganismi si nutrono della cheratina contenuta nei i follicoli piliferi e nell’epidermide della cute. Dopo il contagio c’è un periodo d’incubazione di 10-14 giorni circa ed a termine compaiono delle chiazze circolari con perdita di capelli e desquamazione, qualche volta accompagnate a croste e pus. Il fungo colpisce tendenzialmente i bambini in età scolare. E’ un’infezione vera e propria altamente contagiosa che può dar luogo ad epidemie in ambito comunitario.

3 ALOPECIA AREATA

Innanzitutto dobbiamo partire dal principio. Si definisce alopecia il processo di diminuzione della qualità (colore, spessore) e della quantità di capelli o la loro scomparsa. Il termine deriva dal greco alópex (volpe) e vuole indicare un tipo di perdita di capelli a chiazze, come quella della volpe in primavera.

Si tratta di una condizione non contagiosa, causata dal sistema immunitario del corpo che attacca i follicoli dei capelli. Alcuni bambini hanno anche vaiolatura e rincalzatura delle unghie. Anche se non esiste una cura definitiva, un trattamento adeguato può controllare la malattia.

4 TELOGEN EFFLUVIUM

Si tratta di una condizione in cui lo stress improvviso o grave, interrompe il normale ciclo di crescita dei capelli.
Ciò può essere causata da:

  • Febbre molto molto alta
  • Chirurgia in anestesia generale
  • La morte di una persona cara
  • Un infortunio grave

In questo caso, i follicoli dei capelli smettono di crescere prematuramente e entrano nella fase di riposo. Successivamente porta a una perdita di capelli eccessiva, con conseguente calvizie parziale o completa.
Essa non ha alcun trattamento. Una volta che l’evento stressante è finito, il ciclo vitale dei capelli ritorna normale entro sei mesi al massimo un anno.

5 SQUILIBRIO NUTRIZIONALE

La perdita dei capelli può essere un sintomo di carenze o eccesso di determinate sostanze nutritive, tra cui:

  • Carenza di vitamina H o biotina, una vitamina del complesso B, che aiuta a metabolizzare carboidrati in energia glucosio.
  • La carenza di zinco, un minerale essenziale coinvolto nel metabolismo cellulare.
  • L’eccesso di vitamina A può portare alla caduta dei capelli

6 PROBLEMI ENDOCRINI

In alcuni bambini, la causa della perdita di capelli è l’ipotiroidismo, una condizione in cui la tiroide è poco attiva e produce una quantità insufficiente di ormoni metabolismo-regolazione.

Per le cause NON mediche la soluzione migliore è :

  • Una dieta alimentare equilibrata
  • La cura dei capelli regolare per mantenere il cuoio capelluto pulito e sano
  • Evitare trattamenti chimici aggressivi


Per tutte le condizioni mediche invece, la soluzione migliore è proprio un medico. Consultate il vostro pediatra e un dermatologo specialista per sapere al meglio come trattare una di queste anomalie ed essere aiutate al meglio per aiutare di conseguenza i vostri figli.

Mi permetto di suggerite inoltre di aiutare i nostri figli a non sentirsi spaesati, colpevolizzati e sfiduciati perché questo di certo non risolve il problema. Anzi siate di supporto ed aiutateli cercando di capire cosa possa essere la causa scatenante dell’anomalia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: