BARRETTE AI SEMI DI SESAMO

Quanto mi piacciono quelle barrette di semi di sesamo che vengono vendute ormai in tutti i supermercati, ma che una volta si compravano solo alle sagre. Mi piace portarle nella borsa, da sgranocchiare quando sono fuori casa e inizio a sentire lo stomaco che chiama per ricevere qualcosa di buono, o per offrirle ai miei figli in quelle stesse occasioni.

Beh, ho imparato a farmele e, trovando che sono facilissime da preparare, vi mostro come si fanno.

INGREDIENTI

  • 200 g di semi di sesamo
  • 100 g di miele
  • 100 g di zucchero di canna

PREPARAZIONE

  • Per prima cosa, tostate leggermente i semi di sesamo, scaldandoli in una pentola antiaderente, per 5 minuti, continuando a mescolare e fino a che si colorano appena, appena.
  • Toglieteli, poi dal fuoco e metteteli a parte.
  • Fate fondere le zucchero insieme al miele, nella stessa padella antiaderente e a fuoco dolce, per 5 minuti.
  • Aggiungete i semi di sesamo, amalgamate bene il tutto, spegnete poi il fuoco e versate il composto su di un foglio di carta forno, adagiato su di un piano da lavoro.

Con un altro foglio di carta forno, coprite il composto e livellatelo passandoci sopra con un mattarello, stendendolo in uno strato di circa 3-4 mm.

  • Togliete il foglio superiore e, con un coltello o un tarocco, incidete per formare delle barrette o dei quadrotti, a vostro piacere, senza togliere il composto dalla sua base. Per staccare le barrette ( o i quadrotti ) aspettate che il composto si sia raffreddato e solidificato.
  • Terminate deponendo le barrette su di un vassoio, se volete offrirle subito, oppure, per conservarle, sistematele in un barattolo di vetro e mettetelo in frigorifero, dove si conserveranno per 5-6 giorni, oppure, confezionatele utilizzando dei rettangoli di carta forno, ripiegati su se stessi e fissati con un adesivo o chiusi con una cordicella.

A tutti, buona merenda!!!!!!!!!

4 thoughts on “BARRETTE AI SEMI DI SESAMO

    1. certo, puoi aggiungere delle mandorle tritate ( 50 g circa ), oppure dell’altra frutta secca, sempre spezzettata, come i fichi, le albicocche ,le prugne, o del miglio soffiato. In commercio ho trovato anche delle barrette con dentro un pizzico di zenzero, che le ha rese un po’ piccantine.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: