COME SI CUOCE LA PASTA FROLLA

La pasta frolla, usata come base per le torte in pasticceria, si cuoce in modo diverso a seconda della torta che volete preparare.

  • Adagiata nella tortiera imburrata e infarinata o stesa sulla carta forno, va bucherellata con i rebbi della forchetta affinchè non gonfi in cottura, creando delle bolle che solleverebbero il dolce.
  • Se volete preparare una crostata di marmellata, o crema, vi basterà ricoprite la base di pasta direttamente con la crema o marmellata scelte e livellarle con il dorso di un cucchiaio. La crostata è quindi pronta per essere cotta. (Prima di infornare la crostata, potete decorala con formine o strisce di pasta avanzata e poi ripiegate i bordi, formando un cordoncino, che schiaccerete o pizzicherete con la punta delle dita).
  • Se volete preparare una crostata con della frutta fresca, la pasta frolla, invece, va “cotta in bianco” cioè precotta senza la farcitura. Prima formate il cordoncino, ripiegando i bordi della pasta, poi stendete della carta forno sulla superficie e la ricoprite con dei fagioli secchi, che peseranno impedendo alla pasta di gonfiarsi. Al termine della cottura e quando la pasta sarà raffreddata, togliete la carta e i fagioli prima di farcire.
  • Se invece volete preparare una crostata con della frutta che però deve cuocere insieme alla pasta, come per esempio la classica crostata di mele, dovete tenere presente che la frutta fresca tende a inumidire la pasta sottostante, perciò consiglio di “isolare” la pasta con della marmellata, di solito viene usata quella di albicocche si adatta a qualsiasi tipo di frutta, oppure con dei biscotti secchi, tipo oro saiwa oppure gli amaretti.

Buon lavoro!!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: