COS’E’ LA COLORAZIONE AD OSSIDAZIONE ?

Questo tipo di tinture consentono di cambiare in modo radicale la tinta naturale dei capelli in quanto modificano il colore in profondità, penetrando all’interno del fusto: in questo modo cambiato totalmente la melanina, il pigmento naturale, oppure modificano il colore cosmetico precedente. Sono costituite da due prodotti che vanno miscelati immediatamente prima dell’uso: l’agente alcalino, che contiene i precursori dei coloranti ad ossidazione e l’agente “sviluppatore” a ossidazione. L’agente alcalino funziona aprendo lo strato esterno del capello e facendo così penetrare in profondità l’ossidante e l’agente colorante. Il primo schiarisce i pigmenti di melanina, il secondo colora il capello. I coloranti a ossidazione, quindi , cambiano i naturali pigmenti dei capelli, regalando un colore permanente, che non può essere eliminato con i lavaggi. L’effetto è permanente come dice la parola stessa, non si elimina con gli shampoo ed è indicato sia per coprire i capelli bianchi sia per ottenere nuove colorazioni dei capelli.

CHE COS’E’ L’OSSIDAZIONE DEL COLORE NEI CAPELLI ?

Nel contesto della colorazione capelli, l’agente ossidante è il perossido di idrogeno. Quando il perossido d’idrogeno viene combinato con il colore si sviluppa una struttura che si chiama meta-pigmento. Quando si verifica l’ossidazione, si creano ampie scaglie di pigmento che creano i coloranti permanenti finali.

I VANTAGGI

  • Coprono perfettamente i capelli bianchi anche di una caso al 100%
  • Durano per molto tempo
  • Resistono ai lavaggi
  • Da un effetto coprente e un colore uniforme
  • Consentono di modificare completamente il colore di base dei capelli

GLI SVANTAGGI

  • Modifica in maniera definitiva la tonalità naturale della chioma
  • L’effetto ricrescita è più evidente
  • Necessita di continui ritocchi
  • Contengono ammoniaca 

COME CURARE AL MEGLIO IL CAPELLO DOPO AVERLO COLORATO?

A meno che non si utilizzi una tinta completamente naturale, ( vedi gli altri articoli che ho scritto HENNE’ o MALLO DI NOCE) le tinte chimiche sono sempre più o meno aggressive sulle chiome per cui è importante prendersi cura dei capelli utilizzando prodotti ristrutturanti maschere o ricostruzioni. La maschera sarebbe ideale utilizzarla una volta a settimana e tenuta almeno 10 minuti in posa dopo aver lavato e tamponato i capelli con asciugamano. Questo è un passaggio molto importante perché quando andrete ad applicare la maschera, non sarà diluita con l’acqua rimasta tra i capelli. In questo modo il prodotto avrà modo di lavorare con più concentrazione più in profondità. Questo è un servizio che si può fare tranquillamente a casa , sarebbe il top poter mettere attorno della pellicola o mettere una cuffietta per mantenere il caldo umido che si forma all’interno, Questo microclima aiuta ancora di più a tenere idratato il capello e a far entrare meglio la maschera.

Ci sono anche dei trattamenti più specifici che si fanno da colleghi professionisti , con il nome di Ricostruzione o Refill o addirittura hanno dato un loro nome a questo tipo di servizio, che va a lavorare in modo molto più profondo e dettagliato con ingredienti specifici e che hanno bisogno di più tempo di posa (almeno 15/20 min), ma soprattutto vengono scelti gli ingredienti e mescolati al momento in base alla necessità dei capelli. La durata è maggiore rispetto la maschera settimanale. Di solito varia dalle 2/3 settimane e viene proposto di farlo prima dell’estate, dopo l’estate e ed in inverno. Ovviamente la motivazione è la prevenzione prima delle vacanze al mare o comunque perché il sole in estate è molto più forte rispetto che in inverno. Dopo l’estate per ridare al capello l’idratazione persa e la lucentezza e in inverno per proteggerli dal freddo e dai vari sfregamenti meccanici dati dai sciape e cappelli.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: