COVID-19 VACCINO CANDIDATO EFFICACE 90%

Gli studi dimostrano che è efficace nel 90% dei casi:

IL VACCINO CANDIDATO:

Stando agli studi fatti dai produttori Pfizer e BioNTech , lunedì 9 novembre , hanno dichiarato che esiste un candidato vaccino al Coronavirus efficace al 90%.
La Food and Drug Administration ha detto martedì che per ottenere l’approvazione normativa, qualsiasi vaccino covid-19 dovrà prevenire la malattia, o diminuire la sua gravità, in almeno il 50% dei casi di studio.

Sono stato nello sviluppo di vaccini per 35 anni e ho visto alcune cose davvero buone. Questo è straordinario. Questo fa davvero ben sperare di essere in grado di ottenere un vantaggio sull’epidemia per farci uscire da questa situazione.

William Gruber, STAT News

I TEST DEL VACCINO:

Pfizer e BioNTech hanno pubblicato solo alcuni dei dati del loro studio in cui dichiarano di aver coinvolto 43.538 partecipanti, con il 42% con background diversi, e non sono stati osservati problemi di sicurezza.
Le aziende stanno ancora raccogliendo informazioni dallo studio e hanno avvertito nell’annuncio che “la percentuale finale di efficacia del vaccino può sempre variare”.

COME FUNZIONA:

Il vaccino di Pfizer e BioNTech è costruito utilizzando una tecnologia basata su geni ancora non provata. La strategia sarebbe quella di introdurre un piccolo frammento del materiale genetico del Covid-19 nel corpo. Quindi, il sistema immunitario usando le istruzioni codificate dal frammento genetico dello stesso virus impara a combattere contro di esso. Il candidato vaccino di Moderna utilizza la stessa strategia.

Sia il vaccino di Pfizer che la tecnologia di Moderna, RNA, o mRNA, utilizza materiale genetico per far sì che il corpo crei una proteina dal virus in cui il sistema immunitario lo riconosce e impara ad attaccarlo. Altri vaccini nelle ultime fasi di sviluppo utilizzano virus geneticamente modificati per uno scopo simile, o parti di proteine che vengono iniettati direttamente.

SOMMINISTRAZIONE:

Il vaccino Pfizer / BioNTech va preso in 2 dosi, che devono essere somministrate a tre settimane di distanza l’una dall’altra, il che rende più logisticamente complicato da distribuire rispetto ai vaccini che hanno bisogno di una sola somministrazione. Le aziende sostengono che “la protezione è raggiunta” sette giorni dopo che un paziente ottiene la seconda dose. Non è ancora molto chiaro quanta protezione sarebbe offerta da solo una delle due dosi.

DISPONIBILITÀ:

Prima che il vaccino possa essere utilizzato, deve essere autorizzato dagli organismi di regolamentazione, compresa la FDA, che esaminerà sia quanto sia sicuro ed efficace il vaccino. Non sono stati segnalati seri problemi di sicurezza per questo vaccino. Le informazioni rilasciate oggi non includono informazioni su quante persone hanno sviluppato forme più gravi della malattia e quante hanno avuto casi più lievi – informazioni che la FDA prenderà in considerazione nella loro valutazione.

I vaccini basati sui geni devono essere conservati a temperature molto basse, il che li rende più difficili da trasportare e diffondere nel mondo.

Pfizer e BioNTech hanno preso un accordo con il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti per fornire fino a 600 milioni di dosi del loro vaccino per 1,95 miliardi di dollari. Le aziende hanno detto che potrebbero produrre 50 milioni di dosi del vaccino quest’anno e 1,3 miliardi di dosi nel 2021.

Anche se questo vaccino è autorizzato dalla FDA, non sarà immediatamente disponibile per tutti. Sarà probabilmente distribuito prima agli operatori sanitari e poi ad altri gruppi ad alto rischio per i casi gravi di COVID-19, come i lavoratori essenziali e le persone con condizioni preesistenti.

CONCLUSIONE:

Lo sviluppo di un vaccino è un passo importante negli sforzi per combattere la diffusione del virus, ma non può portare la pandemia a una fine immediata. Ci saranno almeno mesi per vaccinare le persone. Nel frattempo, il virus continua a colpire in tutto il mondo, con più di 100.000 casi segnalati ogni giorno solo negli Stati Uniti.

Per rallentare la diffusione della malattia, le persone avranno ancora bisogno di indossare maschere, lavarsi le mani e mantenere la distanza l’una dall’altra.

Fonte: The Washington post
Fonte: BusinessWire
Fonte: Pfizer
Fonte: The Verge

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: