CREME SOLARI: MAI SENZA!

A COSA SERVONO LE CREME SOLARI?

Le creme o filtri solari che vediamo spuntare come funghi all’inizio di ogni bella stagione sono scudi salvavita per la nostra salute.
Applicati in dosi giuste e frequentemente, queste creme proteggono la nostra pelle dagli effetti dannosi delle radiazioni solari: i raggi UVB ( che provocano eritemi, bolle, l’aumento della pigmentazione e l’ ispessimento della pelle nello strato più esterno) e i raggi UVA ( responsabili di ustioni e macchie solari, nonché della perdita di elasticità della pelle e del suo invecchiamento precoce).
Ricordiamo che la pelle subisce anche altri tipi di danni causati dalle onde che stanno al di fuori dello spettro UV, come la luce visibile e quella infrarossa.

Creme solari a cosa servono,  come funzionano  e come usarli

Grazie alle creme solari, se messe bene e più volte nell’arco della giornata, il nostro tempo di esposizione al Sole può essere prolungato, senza rischiare di bruciarci; ecco perché vanno usate ogni volta che ci si espone ai raggi UV e applicate frequentemente.
Scegliere il solare giusto è fondamentale per proteggersi adeguatamente: dobbiamo valutare il nostro fototipo perché in base al tipo di pelle che abbiamo possiamo avere reazioni diverse e corriamo il rischio di sviluppare tumori della pelle.

Creme solari a cosa servono,  come funzionano  e come usarli

Il metro di misura utilizzato per valutare il grado di protezione di una crema solare (quello che dovremmo controllare sempre) è il Sunburn Protection Factor cioè l’ SPF . Questo valore, testato in laboratorio, va da un minimo di 6 a un massimo di 50, anche se troviamo diciture con valori più elevati che però non garantiscono assolutamente la protezione millantata: un SPF 50 è in grado di prevenire le scottature con un margine del 98% mentre è stato testato in laboratorio che un SPF 100 non protegge il doppio rispetto a un SPF 50 ma, anzi, il suo grado di protezione rispetto a quest’ultimo aumenta solo dell’ 1%.
Valori inferiori a 6 non garantiscono una protezione solare, mentre non esistono ad oggi delle protezioni solari totali.


Durante le prime esposizioni al Sole bisognerebbe utilizzare sempre un SPF alto, quindi da 30 a 50, a prescindere dal tipo di pelle, e comunque una buona regola da seguire anche per chi ha già una bella abbronzatura è quella di evitare le ore più calde della giornata e, come già ripetuto più volte, spalmare spesso la protezione: il sudore e l’acqua del mare o della piscina infatti tendono a portare via la crema che ci siamo messi, lasciando la nostra pelle pericolosamente esposta a rischi di scottature.

COSA CONTIENE UNA CREMA SOLARE?

Le creme solari sono generalmente creme o spray che contengono acqua, oli, burri e dei filtri solari.
I filtri solari utilizzati sono di due tipi: quelli fisici (che riflettono la luce solare) e quelli chimici ( che modificano la lunghezza d’onda dei raggi UV rendendoli innocui ).

Creme solari a cosa servono,  come funzionano  e come usarli

L’efficacia di una crema solare, prima di essere messa in commercio, viene testata in laboratorio per garantire al consumatore il grado di SPF esposto sul flacone. Quando acquistiamo una crema solare facciamo attenzione che compaia sul prodotto la dicitura che questa protegge sia dai raggi UVB che dai raggi UVA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: