FOOD TREND: GLI SMOOTHIE BOWLS

PER TUTTI GLI AMANTI DELL’ HEALTHY DIET, ECCO LA TENDENZA FOOD CHE SPOPOLA SUI SOCIAL!

Uno Smoothie Bowl è un golosissimo frullato light “in ciotola” perfetto per chi vuole seguire una dieta detox equilibrata e sana.
A base di frutta e verdura e talmente denso da poter essere guarnito con cereali, bacche, frutta a pezzi, erbe, spezie, semi oleosi e frutta secca, senza che questi cadano sul fondo.
Preparato principalmente con ingredienti congelati e una parte liquida veramente esigua, questi Smoothie Bowls sono deliziosamente cremosi e corposi, tanto da poter essere assaporati e gustati cucchiaio dopo cucchiaio.
Una variante molto nutriente ed energica che sazia più a lungo è il Porridge che, essendo privo di glutine, va bene anche per i celiaci: si fanno bollire dei fiocchi d’avena nel latte (in alternativa si può utilizzare anche l’acqua) per una decina di minuti, poi si arricchisce e decora il Porridge a piacimento esattamente come per gli Smoothies.
Esistono ovviamente alternative vegane che non prevedono l’aggiunta di latte o di suoi derivati.
Lo Smoothie Bowl è un modo pratico e semplice per consumare velocemente un quantitativo di frutta e verdura importante; frullare gli ingredienti aiuta il corpo ad assorbire più velocemente i fitonutrienti contenuti nelle materie prime utilizzate: parliamo di un’alternativa sana da gustare sia a colazione che a merenda.

Se arricchiti da superfood (alimenti ricchi di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute), possono essere consumati come dei veri e propri pasti completi, bilanciati ed equilibrati proprio perchè contengono ingredienti che fanno molto bene al nostro organismo e che difficilmente potrebbero essere associati ogni giorno a quello che mangiamo ordinariamente.
Se preparato seguendo alcune facilissime regole fondamentali, otterrai uno Smoothie Bowl perfetto, che può fare molto bene alla tua salute: è un ottimo modo per fare il pieno di energia e vitamine!
Alimento importante anche per gli sportivi, permette di migliorare le stesse performances atletiche, riducendo i tempi di recupero, migliorando la capacità antiossidante del sangue e la funzionalità arteriosa nel breve e lungo termine.

CONSUMARE GLI SMOOTHIE BOWLS REGOLARMENTE FA MALE?

Il problema effettivamente c’è, ed è dato dalla velocità con cui si mangia lo Smoothie bowl: essendo liquido e morbido, mangiarlo richiede meno tempo di quello necessario a mangiare un pasto normale che venga masticato.
Il nostro corpo è programmato per digerire una forma di cibo che ha bisogno di essere masticato, quindi mangiare la stessa quantità di cibo ma in brevissimo tempo, può influire sulla risposta glicemica e alterare il senso di sazietà: questo ci spinge a mangiare ancora, pur avendo già ingerito la quantità corretta di cibo.
Come risolvere questo problema?
Bisognerebbe prima di tutto mangiare con calma, dedicando al pasto circa mezz’ora; in questo modo eviterai che gli zuccheri arrivino nel sangue velocemente facendo produrre al tuo corpo troppa insulina, provocando di conseguenza un brusco calo glicemico (ipoglicemia reattiva) che ti farebbe sentire stanca e ancora affamata.
In secondo luogo, bisognerebbe aggiungere allo Smoothie Bowl qualcosa che possa rallentare l’assorbimento degli zuccheri e aumenare il senso di sazietà: le fibre (quindi meno frutta e più verdura), oppure dei grassi buoni, come semi oleosi, avocado e noci.

HOW TO: ECCO LE REGOLE DA SEGUIRE PER PREPARARE UN PERFETTO SMOOTHIE BOWL!

  • Uno Smoothie Bowl non dovrebbe mai superare le 300 kcal a porzione se non in casi specifici, con esigenze particolari, o quando non si ha come obiettivo la perdita di peso.
  • Se intendi mangiare uno Smoothie Bowl come semplice spuntino, le calorie che dovrebbe avere sono circa 70-100 kcal.
  • Per preparare un Green Smoothie non serve usare tanti tipi di verdura, ne è sufficiente una o due al massimo.
  • Le verdure ideali per questo cibo delizioso sono spinaci novelli, cetrioli, rucola, sedano, carote, barbabietole, prezzemolo, cavoli e zucca.
  • Per conferire cremosità deve esserci una parte liquida dagli 80 ai 150 ml al massimo, non di più; questa permette di ottenere una consistenza più liscia, cremosa e corposa.
    Puoi usare acqua, acqua di cocco, o yogurt (magro o greco) oppure latte vegetale, come il latte di riso, di soia, d’avena o di mandorla non zuccherato; l’alternativa al latte vegetale è il latte scremato.
  • E’ necessario inserire sempre un alimento grasso, come per es. 1/4 di avocado, 1 banana,1 cucchiaio di semi di lino tritati, di semi di chia, burro (burro di noci, di mandorle o di arachidi) oppure in alternativa 2 cucchiai di latte di cocco (circa 20 gr).
  • La frutta dovrebbe essere in quantità doppia rispetto al frutto di partenza (es.: per 100 gr di avocado andrebbero aggiunti 200 gr di kiwi).
    Puoi usare la banana, il mango, la papaya, delle fragole, il melone, l’anguria, i kiwi, le pere, l’anana o ancora 4-5 datteri precedentemente ammollati in acqua.
  • Non aggiungere zucchero: la frutta contiene già di suo una parte zuccherina più che sufficiente per ottenere uno Smothie dolce e appagante.
    Come surrogato dello zucchero puoi eventualmente aggiungere uno o due datteri.
  • Gli elementi di uno Smoothie Bowl devono essere freschi e poi congelati: in questo modo non servirà aggiungere ghiaccio dopo, che sciolto diluirebbe troppo il lo smoothie rendendolo meno cremoso e più liquido.
  • Come detto precedentemente, dal momento che gli Smoothie sono alimenti liquidi che non necessitano di masticazione, sarebbe opportuno aggiungere fibre, come cereali, o semi oleaginosi (ad esempio i semi di zucca, di sesamo, di girasole, di lino), per rallentare il processo di assorbimento degli zuccheri ed evitare il picco glicemico.
    Via libera quindi, sempre con moderazione, alle guarnizioni stuzzicanti come frutta fresca e colorata (fragole, wiki, mirtilli, ananas, melone), frutta secca (noci, mandorle, bacche di goji, scaglie di cocco o uvetta), cereali e semi (fiocchi di avena o di mais, semi di girasole, di sesamo, di chia), cioccolato fondente (a pezzetti, a scaglie o fuso) e polveri (curcuma, cacao amaro ecc.).
  • Per gli sportivi e per chi consuma lo smoothie regolarmente, si possono aggiungere delle barrette energetiche spezzettate, ma solo nel caso si abbia bisogno di una carica di energia extra per le proprie attività sportive.
    Inotre servirebbe aggiungere delle proteine in polvere, insapori, che permettono al frullato di diventare davvero un pasto completo e sano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: