MANICURE RUSSA O DRY MANICURE: COS’E’ E COME SI FA

LA NUOVA FRONTIERA DELLA MANICURE E DELLA NAIL CARE

Conosciuta come Dry Manicure o Kombi manicure, la manicure russa è una tecnica molto utilizzata per eseguire la preparazione delle unghie in funzione di una ricostruzione o dell’applicazione di un gel semipermanente e la si effettua con una fresa professionale.
Questo tipo di manicure dona un aspetto molto curato alle mani e crea le condizioni favorevoli ad una tenuta ottimale dei prodotti di bellezza per unghie.

Nata in Russia, questa nuova tecnica serve per realizzare una dry manicure perfetta, e consiste essenzialmente nel saltare il passaggio in cui si ammorbidiscono la pelle, le cuticole e le unghie immergendole in acqua prima di tagliare le unghie e passare a spingere ed eliminare le cuticole.
Questo accorgimento è molto importante se si vuole realizzare una ricostruzione o una manicure con semipermanente: l’acqua infatti è nemica degli smalti gel e ne diminuisce le prestazioni, facendoli durare meno tempo del previsto.

Stesso discorso vale per la manicure express, che non prevede la fase dell’ammollo ma vede l’impiego di prodotti sciogli-cuticole, tendenzialmente a base oleosa che, se non puliti bene, rischiano di permanere nel vallo delle cuticole compromettendo l’adesione dei gel o dell’acrilico.
La lamina ungueale è una superficie inerte ma porosa, se non viene ripulita e deidratata bene da liquidi o sostanze oleose creerà sollevamenti e non permetterà una buona adesione di gel o di altri prodotti che vorremmo applicarvi.
Per questo motivo viene sempre consigliato a chi decide di farsi fare una manicure in gel, di evitare l’immersione prolungata in acqua o di utilizzare sempre dei guanti per le faccende di casa.

QUANDO EFFETTUARE UNA DRY MANICURE

Per eseguire una dry manicure bisogna prima di tutto accertarsi che il giro cuticole non sia affetto da lesioni o da infiammazioni.
La manicure russa può essere tranquillamente effettuata prima di procedere ad una ricostruzione o un ritocco.

STRUMENTI NECESSARI ALLA MANICURE RUSSA

La manicure russa consente di ripulire alla perfezione l’intero giro cuticole, permettendo di realizzare la stesura del colore fin sotto la cuticola dell’unghia, ritardando in questo modo l’effetto visivo della ricrescita naturale.
Le punte migliori per questo tipo di trattamento sono le punte diamantate, in materiale resistente ma dalla grana poco abrasiva.
Non avendo un costo eccessivo, è possibile averne anche in più modelli e spessori, per poter scegliere in base alle necessità quelle con cui si lavora meglio.

Questa tecnica è potenzialmente rischiosa: se non avete frequentato un corso è altamente sconsigliato provare ad eseguirla da autodidatta, perché si lavora con punte molto affilate, e potreste correre il rischio di ledervi la pelle, la lamina ungueale o la matrice dell’unghia.

  • Disinfettante mani
  • Forbicine e taglia cuticole
  • Spingi cuticole o bastoncino d’arancio
  • Lima a grana fine
  • Fresa professionale per manicure
  • Punta diamantata a candela
  • Punta diamantata flame
  • Punta diamantata sferica o a pera
  • Punta diamantata conica
  • Punta in pietra pomice

STEP DA SEGUIRE PER UNA DRY MANICURE

Ricordiamo nuovamente che questa procedura è molto importante ma va fatta solo dopo aver seguito un corso di fresa professionale e seguendo gli step corretti, o rischierete di danneggiarvi l’unghia e la matrice.

  • Disinfettate bene le mani.
  • Rimuovete il vecchio smalto; è importante eliminare ogni residuo o rischierete di interferire con la durata del nuovo smalto semipermanente.
  • Nel caso di ricostruzioni è possibile lasciare uno strato di fondo se in buone condizioni e privo di sollevamenti, eviterete così di limare e stressare inutilmente l’unghia naturale.
  • Limate il bordo libero dando alle vostre unghie la forma che preferite
    (potrebbe interessarvi l’articolo LA FORMA PIU’ ADATTA PER LE TUE UNGHIE)
  • Spingete delicatamente le cuticole verso il basso; non fate forza e non spingete troppo o rischierete di farvi male e rovinarvi la pelle.
  • Limate delicatamente la lamina ungueale con una lima buffer a grana fine
  • Con la fresa e la punta conica ripulite i valli laterali dell’unghia.
  • Con la punta diamantata a candela procedete a sollevare le pellicine dall’unghia e a ripulire tutto il giro cuticole e rifinire i valli laterali.
    Con questa punta alzate e spingete le cuticole, levigandole ed eliminandole; alcune utilizzano anche la punta flame per pulire sotto le cuticole, fate però attenzione a non premere eccessivamente e a non sostare troppo sullo stesso punto per evitare lesioni della pelle.
    Se non vi va di limare le cuticole potete eliminarle tagliandole con le apposite forbicine.
  • Punta sferica o a pera: servono entrambe per ripulire e levigare le zone dove avete appena tagliato le cuticole, rifinendo e lisciando tutto l’arco, eliminando tutti i residui di pellicine.
  • Con una punta sferica in pietra pomice si può procedere a levigare la pelle tutta attorno al giro cuticole.
    In questo passaggio è possibile ungere la pietra pomice con un olio per cuticole, per favorire la levigatura della pelle senza scaldarla o lederla.
  • Bufferizzate la lamina ungueale per eliminare eventuali graffi prodotti con la fresa.
  • Spolverare via ogni granello residuo ed eliminare la polverina con un pad imbevuto di cleaner.
  • Procedere con i preparatori e gli smalti desiderati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: