OPZIONE DONNA 2022 COME FUNZIONA LA PENSIONE ANTICIPATA

Una delle tante domande che pervade i pensieri delle donne over 50 è proprio questa: come funziona la pensione anticipata opzione donna? E quali sono i requisiti per accedervi? Bene, in questo articolo, care donne, vi spiegheremo in modo semplice e chiaro tutto quello che dovete sapere sulla famosa pensione anticipata opzione donna!

CHE COS’È L’OPZIONE DONNA?

L’opzione donna è la vera e propria pensione anticipata pensata specificamente per le donne che intendono ritirarsi dal mondo del lavoro e andare in pensione qualche anno prima rispetto le tempistiche ordinarie. Attenzione però, accedendo alla pensione anticipata si deve considerare che l’ottenimento dei contributi pensionistici ricevuti potrebbero essere inferiori del 20-25% rispetto ai contributi ottenuti nel caso di una pensione ordinaria. Quindi bisogna valutare bene se è il caso di anticipare la pensione e ricevere qualcosina in meno negli assegni pensionistici.

CHI PUÒ ANDARE IN PENSIONE CON OPZIONE DONNA 2022?

Ebbene, per accedere alla pensione anticipata opzione donna, è necessario:

  • aver maturato almeno 35 anni di lavoro in regola al netto dei periodi di malattia, disoccupazione e/o prestazioni equivalenti entro il 31 dicembre 2021 (quindi alle classi del 62-63 sarà più probabile accedere alla fascia agevolata)
  • un’età pari o superiore ai 58 anni (nel caso tu sia lavoratrice dipendente)
  • un’età pari o superiore ai 59 anni (nel caso tu sia lavoratrice autonoma).
  • cessazione del rapporto lavorativo nel caso tu sia lavoratrice dipendente (se sei autonoma non occorre cessare la tua attività).

Quindi, se hai raggiunto l’età indicata ma al 31 dicembre 2021 non risultano maturati i 35 anni di lavoro “puliti”, non potrai accedere all’opzione donna.

CHI VA IN PENSIONE CON OPZIONE DONNA PUÒ CONTINUARE A LAVORARE?

Solo se sei lavoratrice autonoma, se invece sei lavoratrice dipendente devi cessare il rapporto di lavoro entro il 28 febbraio 2022.

QUALI SONO I TEMPI DI DECORRENZA PER L’OPZIONE DONNA?

Se rispetti tutti i requisiti e ottieni la risposta d’accesso all’opzione donna (vedi qui sotto come fare domanda), allora avrai diritto alla decorrenza del trattamento trascorsi:

  • 12 mesi dalla data di maturazione dei suddetti requisiti nel caso tu sia lavoratrice dipendente e quindi il trattamento pensionistico sia liquidato a carico delle forme di previdenza dei lavoratori dipendenti;
  • 18 mesi invece nel caso tu sia lavoratrice autonoma e quindi nel caso in cui il trattamento sia liquidato a carico delle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi.
  • se sei lavoratrice del comparto scuola e dell’Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica (AFAM) puoi conseguire il trattamento pensionistico a decorrere dal 1° settembre e dal 1° novembre 2022.

Quindi se hai raggiunto i requisiti previsti entro il 31 dicembre 2021 puoi conseguire il trattamento pensionistico successivamente alla prima decorrenza utile.

COME FARE DOMANDA PER L’OPZIONE DONNA 2022?

Per accedere alla pensione anticipata opzione donna bisogna rivolgersi all’INPS attraverso i servizi dedicati come ad esempio:

  • Puoi fare domanda online dal sito ufficiale attraverso questo link, sarà necessario il PIN o lo SPID per accedere.
  • Puoi fare domanda tramite telefono al numero 803164 (gratuito da rete fissa) oppure 06164164 da rete mobile.
  • Puoi fare domanda anche attraverso enti di patronato e intermediari dell’Istituto se ne sei affiliata.

QUANTO TEMPO CI VUOLE PER LA RISPOSTA ALL’OPZIONE DONNA?

Dopo aver fatto la domanda di accesso alla pensione anticipata opzione donna, i tempi di attesa possono variare, come ben immaginate, ma generalmente sono stabiliti in 30 giorni, come previsti dalla legge n. 241/1990. In alcune circostanze i tempi possono prolungarsi, quindi vi lasciamo il link diretto alle casistiche del superamento dei 30 giorni e relativo responsabile.

Fonte ufficiale inps.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: