PANE BIANCO LIEVITAZIONE 30 ORE – FATTO IN CASA

Ciao! Eccoci qua finalmente posso parlarti del mio esperimento fatto qualche giorno fa riguardo al pane fatto in casa, lievitato ben 30 ORE!
Tutto è iniziato con la mia curiosità di voler provare a creare il poolish per l’impasto della pizza. Poi per una serie di cose che non sto qui a parlarvi, non ho più potuto fare la pizza come da progetto e così, per non buttare il lievitino fatto in precedenza ho deciso di preparare il pane per il giorno seguente.

Devo dire che il risultato è stato STUPEFACENTE! Pane croccantissimo all’esterno e dentro soffice come una nuvola e cosa più importante super digeribile.

Ora vi spiego passo passo il procedimento che ho eseguito.

INGREDIENTI per 1 kg di pane

PER IL POOLISH

  • 100 gr di farina Manitoba
  • 100 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 2 gr di lievito di birra disidratato

PER IL PANE

  • 400 gr di farina Manitoba
  • 400 gr di farina 00
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • acqua q.b.

PREPARAZIONE

  • Inizio preparando il poolish. Una volta preparato, lo chiudo con pellicola e lo copro con una coperta lasciandolo maturare per 5 ore.
  • Quando il poolish sarà pronto, inizio a preparare gli ingredienti per il pane: nella planetaria aggiungo le 2 farine, il sale, lo zucchero.
  • Miscelo i secchi insieme e poi aggiungo il poolish all’interno lasciando incorporare il prodotto.
  • Man mano che si indurisce l’impasto aggiungiamo l’acqua a filo, fino a quando vedremo che il composto inizierà a rassodarsi e formerà un palla attorno al gancio della planetaria.
  • Una volta formata la palla, lo lavoriamo un paio di minuti a mano su una spianatoia e poi lo lasciamo a riposo in una ciotola capiente 6/7 ore ricoprendolo con la pellicola e una coperta.
  • Passato il tempo di riposo, riprendiamo il composto e lo lavoriamo facendo le piegature. Poi lo lasceremo riposare di nuovo all’interno della ciotola tutta la notte sempre ben coperto.
  • La mattina seguente riprendiamo in mano l’impasto che sarà triplicato e rifacciamo le piegature.
  • Ora rilasciamo a riposo l’impasto per altre 7/8 ore all’interno di uno stampo per il pane in ghisa precedentemente infarinata.
  • Passato il tempo di posa, accendiamo il forno in modalità statico e impostiamo la temperatura a 200 °C per 20 minuti e poi abbassiamo a 190°C per altri 20 minuti. (Normalmente quando faccio il pane lo lascio lievitare in una ciotola capiente per poi travasarlo nella pentola in ghisa scaldata in forno e ben calda, ma i questo caso non l’ho fatto per evitare che il pane perdesse il suo volume)
  • Ecco a voi il pane è pronto! Si presenterà con una sottile parte esterna molto croccante e piena di bollicine date dalla lievitazione che sviluppa piccoli alveoli e all’interno il pane risulterà morbidissimo con molti alveoli piccoli e grandi.

LA LIEVITAZIONE È DI 30 ORE PERCHÈ ho iniziato a creare il poolish la mattina alle 6:00, lasciandolo riposare fino alle 11:00. Poi ho impastato il pane e lasciato a riposo fino alle 18:00 circa. Alle 18:00 ho eseguito la prima piegatura per 3 volte e poi ho lasciato a riposo l’impasto tutta la notte. Alle 8:00 circa ho eseguito nuovamente la piegatura sempre per 3 volte e lasciato di nuovo a riposo l’impasto all’interno dello stampo in ghisa. Alle 17:00 ho infornato il pane e alle 18:00 Già non cera più!😋

P.S.:

Se non avete a portata di mano lo stampo in ghisa per il pane, in alternativa potete utilizzare il classico stampo per torte per adagiare il pane e poi utilizzare un altra teglia piatta da appoggiare sopra , come fosse il coperchio del nostro stampo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: