PANINI ALL’OLIO CON PASTA MADRE

Ingredienti

  • 450 g di farina 0
  • 50 g di semola di grano duro
  • 260 g di acqua tiepida
  • 100 g di pasta madre rinfrescata e raddoppiata
  • 80 g di olio extravergine di oliva
  • 15 g di sale
  • 1 cucchiaino di miele

Procedimento

  1. Verso le ore 14.00 tirate fuori dal frigo la vostra pasta madre. Ne prendete 40 g , aggiungete 40 g di farina e 20 g di acqua e la lavoratela per alcuni minuti, formando un piccolo panetto che lascerete poi raddoppiare, fino alle 18.00. Avrete quindi i vostri 100 g di pasta madre pronta, per lare il pane .
  2. Alle 18.00, preparate i liquidi, miscelando bene l‘acqua con l‘olio e il miele.
  3. In una ciotola mettete le due farine, fate un leggero buchetto nel mezzo e sistemateci la pasta madre presa a pezzettini.
  1. Versate ora metà della miscela di liquidi e miele e iniziate a lavorare la pasta madre, sciogliendola bene, dopo di che, amalgamate insieme anche le farine, continuando ad aggiungere i liquidi fino a che avrete versato tutta la miscela.
  2. Aggiungete il sale e impastate il composto ottenuto sul piano di lavoro, fino a ottenere un impasto che risulti bello, liscio e omogeneo. Ci possono volere anche 10-15 minuti.
  3. A questo punto, formate una palla, con la pasta, e deponetela all’interno di una terrina.

Facciamo le pieghe

  1. Qui lavorate la pasta, richiudendola su se stessa e cioè: prendete, con le mani e da un lato, una parte di pasta esterna, tiratela verso l’esterno e allungatela, come fosse un lembo di coperta, e ripiegate questo lembo, passandolo sopra la palla, come per coprirla e fissatelo verso il lato opposto della palla di pasta. Fate questa operazione, chiamata le pieghe, facendo tutto il giro delle circonferenza della pasta, capovolgete la pasta e poi copritela con un piatto, o con una pellicola e lasciatela in forno, con la luce accesa per circa 20 minuti. .
  1. Passati i 20 minuti, riprendete l’impasto e rifate le ultime operazione svolte, le piegature, prendendo un lembo di pasta, tirandolo verso l’esterno e ripiegandolo sulla pasta, fermandolo un po’ oltre il centro della pasta.
  2. Fate questa operazione, per tutto il giro della palla e mettete l’impasto in forno, con la luce accesa per 20 minuti, a riposare.
  3. Ripetete di nuovo tutto per altre volte, raggiungendo un totale di 3, 4 piegature e poi lasciate la pasta a lievitare, chiusa in un recipiente e coperta, per tutta la notte.

  1. Al mattino ,dopo 8-12 ore di lievitazione ( la lievitazione sarà più veloce d’estate e più lenta d’inverno per via della temperatura, ) togliete un pugno di pasta, tagliandola e raccogliendola con le mani, lavoratela, facendo come delle piegature un po’ più profonde, verso l’interno e, dopo averla arrotondata dandole la forma del panino adagiatela nella teglia da forno, ricoperta di farina di semola o carta da forno, a lievitare e con i lembi delle pieghe, ben chiusi con le mani, e verso il basso. Ci vorranno altre 2 ore affinchè i panini risultino ben gonfi.

Cuociamo i panini

  1. Preriscaldate il forno a 200°, e infornate i panini per 5 minuti, poi abbassate a 180 e cuocete altri 20 minuti, fino a che sono belli dorati.
  2. Quando sono cotti, tirateli fuori dal forno e lasciateli raffreddare, coperti da un telo, affinchè rimangano morbidi.

Buon appetito!!!!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: