PULIZIA PIASTRE E ARRICCIA CAPELLI: QUANDO E COME FARLO

Sapevate che per un buon e corretto utilizzo degli strumenti a caldo, come ferri e piastre, vanno puliti e disinfettati di tanto in tanto??
E si, è proprio così! Di tanto in tanto è buona cosa pulire i nostri strumenti per togliere i residui di prodotti in eccesso che possono depositarsi nelle placche, per permetterci di avere i nostri tool sempre puliti e funzionanti. Vediamo insieme come fare.

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay

PIASTRE E ARRICCIA CAPELLI : PERCHÈ BISOGNA PULIRLI

Non tutti sanno che gli strumenti che utilizziamo per i capelli vanno puliti e disinfettanti di tanto in tanto.
Se non eseguiamo questa routine almeno una volta al mese, questi strumenti a caldo, potrebbero con il tempo non avere più la performance originale.
Se non puliti regolarmente, si potranno notare sulle superfici degli accumuli di prodotto che in sostanza sono proprio i prodotti che utilizziamo di solito per lo styling come spume, termo protettivi, ecc… e questi possono contribuire a sporcare la chioma mentre utilizziamo la piastra o il ferro sporco e potrebbe esserci anche il rischio di rovinare i capelli.
Anche gli strumenti più costosi hanno bisogno di manutenzione.
Basta davvero poco per la pulizia, anche un semplice batuffolo di cotone con dell’alcool o bicarbonato.
La cosa ideale sarebbe di tenere pulite e igienizzate tutto il set di cura dei capelli come spazzole, pettini, mollette e soprattutto senza dimenticarci del phon.

Foto di uniquevschic da Pixabay

Mia cara, forse non lo sai o forse lo si, ma pulire i nostri strumenti è molto importante si per la salute dei nostri strumenti ma in modo particolare anche per quella dei capelli.
Oltre alla pulizia dei strumenti a caldo è molto importante anche pulire tutti gli strumenti che abitualmente usiamo come spazzole, pettini, mollette, clip,…. ed a volte non è solo sufficiente togliere i capelli che possono rimanere sulla spazzola. Vediamo insieme come poter fare una corretta igienizzazione.

model standing with brush for dry massage in studio

COME PULIRE LE SPAZZOLE PER I CAPELLI

Iniziamo con un tool che tutte noi teniamo in casa: la spazzola.
La usiamo sempre dopo esserci lavate i capelli, la posiamo davvero ovunque e la riempiamo spesso di così capelli capelli che non riusciamo più a usarla. E così arriva il momento della loro pulizia e purtroppo, ahime, togliere i capelli in eccesso NON BASTA!

Qualsiasi spazzola andiamo ad utilizzare, nel tempo, si depositano oltre ai capelli ben visibili anche residui di prodotti, di piccole cellule epiteliali data dalla normale desquamazione della pelle, di eventuale forfora,….. e detto questo tra noi….credo di averti fatto passare la voglia di usare la spazzola e di andare a pulirla immediatamente.😁😂

COME FARE

Per questo articolo mi sono ispirata alla pulizia che facciamo sempre nel salone in cui lavoro. Ora, non pretendo che voi utilizziate anche dei prodotti specifici professionali per poter disinfettare e igienizzare nel modo in cui lo facciamo noi parrucchieri, ma vi do una dritta su come poterlo fare a casa.

  1. Decidere una scadenza: scegliamo un giorno fisso, direi che per l’uso domestico una volta ogni 3/4 settimane è più che sufficiente. In salone noi le puliamo praticamente tutti i giorni, ma è anche normale dato che le usiamo su più persone!
  2. Individuare le spazzole e i pettini da pulire
  3. Togliere in modo meccanico i capelli che si sono aggrovigliati tra le setole della spazzola con le mani o con l’aiuto di una forbice se la massa è tanta
  4. Riempire una bacinella d’acqua bollente e fare un primo bagno alle spazzole con uno sgrassatore qualsiasi, anche Chanteclair va bene, per almeno 5 minuti. Questo aiuta ad ammorbidire il sebo che può essersi depositato dopo molto tempo che non si puliscono gli strumenti.
  5. Una volta eseguito il punto 4, risciacquare abbondantemente e poi immergerli un altra volta in acqua bollente con del bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale al tee tre.
    Va bene anche solo bicarbonato. Lasciamo agire per un ora e se necessario con l’aiuto di uno spazzolino da denti vecchio sfregare e grattare x togliere eventuali residui resistenti.
  6. Trascorso il tempo di posa, sciacquarle molto bene e asciugarle con un panno per togliere l’eccesso d’acqua e in fine dare una asciugata col il phon.

Questo procedimento si può eseguire anche per le spazzole piatte, pettini di qualunque genere, mollette e clip.

grey hair blower near pink hair combs and scrunchies
Photo by Element5 Digital on Pexels.com

COME PULIRE IL PHON

Come anticipato prima, oltre che i ferri, le piastre e i pettini anche il phon necessita di cure ogni tanto.
Questo perché si possono depositare nella griglia del phon, che si trova nella parte posteriore, polvere e capelli che vanno assolutamente rimossi.

Per fare questo basta soltanto smontare questa griglia e strofinarci sopra con l’aiuto si uno spazzolino vecchio, per rimuovere lo sporco. Se la polvere è tanta potete passare la griglia sotto il rubinetto dell’acqua calda per ammorbidirlo. Infine risciacquare bene, asciugare con un panno e montare di nuovo la griglia.

È davvero molto facile pulire il phon. Ricordiamoci di fare questo passaggio ogni volta che notiamo che il phon si sporca o se volete essere precise fate come per la pulizia della spazzole: datevi una scadenza, ogni mese al massimo due, fate una bella pulizia. Se non lo facciamo rischiamo di fargli perdere di potenza, che si surriscaldi e che si rompa.

Ora passiamo all’informazione fondamentale che da il titolo a questo articolo.

COME E QUANDO PULIRE LA PIASTRA E/O ARRICCIA CAPELLI

Come ho accennato all’inizio dell’articolo le placche delle piastre e degli arriccia capelli vanno pulite dai residui di sporco che possono lasciare i prodotti che utilizziamo abitualmente. Se non lo facciamo creiamo due problematiche: la prima è che con il tempo lo strumento non funzionerà più bene come all’inizio e secondo, oltre che sporcare ancora di più i capelli, si rischia di danneggiarli creando scottature o doppie punte al capello.

cheerful asian woman curling hair
Photo by JESSICA TICOZZELLI on Pexels.com

CI SONO VARI MODI PER POTER PULIRE LE PLACCE DELLE PIASTRE

Uno di questi è l’utilizzo di poco alcool etilico versato su un batufflino di cotone. Pulire le placche energicamente e vedrai che i residui spariranno subito, in più oltre che a pulire avrai anche disinfettato lo strumento.

Un altro modo è quello di utilizzare il bicarbonato e l’acqua ossigenata, l’insieme dei due prodotti comporrà una crema densa sempre da versare in un batuffolino di cotone. Passare il batuffolo sulle placche e lasciare agire 3 minuti per poi togliere il tutto con un panno umido. Asciugare bene le placche con un asciugamano asciutto.

Mi raccomando fate queste operazioni sempre a strumento spento e FREDDO!!

black and silver skeleton key on brown wooden table
Photo by cottonbro on Pexels.com

Spero che questo articolo possa essere stato di aiuto.
Al prossimo articolo!

Foto copertina di uniquevschic da Pixabay

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: