RIMEDI PER NON MANGIARSI LE UNGHIE

Lo dico spesso: le mani sono un vero e proprio biglietto da visita.
Assieme al volto, è la prima parte del corpo che mostriamo agli altri, ed è quella che ci permette di interagire con loro, quindi capiamo bene perché mangiarsi le unghie costituisce un problema estetico e sociale, oltre che causare disagi psicologici.
Il termine giusto è onicofagia, e comporta delle conseguenze non solo psicologiche come appena accennato, ma anche salutistiche.
Le unghie infatti possono raccogliere batteri e virus e, mettendole in bocca, potremmo correre il rischio di beccarci qualche brutta malattia!
Inoltre eventuali danni alla pelle delle dita possono provocare, oltre che dolori fastidiosi, infezioni virali e batteriche alle mani e infiammazioni croniche.

Ma parliamo dell’impatto sociale che crea: le mani poco curate, le unghie rosicchiate e sfilacciate non sono certo belle da vedere, a dirla tutta sono come un grande e luminoso manifesto con su scritto “sono una persona nervosa e ansiosa, insicura e incapace di autocontrollo”.
Chi si mangia le unghie lo sa, e si vergogna di mostrarle in pubblico.
Questa consapevolezza crea disagio,ed è fonte di stress.. come se ce ne servisse altro!

PERCHE’ CI MANGIAMO LE UNGHIE?

rimedi per non mangiare le unghie

Cercare di capire cosa inneschi questa brutta abitudine è un passaggio fondamentale se vogliamo liberarcene definitivamente.


Ansia, nervosismo e stress sono i principali sospettati:  li troviamo in vari momenti della vita, come litigi (di coppia e non), problemi economici, lavorativi,  esami ecc..
In particolari situazioni non riusciamo a controllare ciò che ci sta accadendo, e sfoghiamo il nostro stress rosicchiando qualcosa, in questo caso le unghie, come enormi castorini.
Molti digrignano i denti pure la notte, senza rendersene conto; esistono particolari apparecchi notturni da mettersi in bocca per questo problema.

rimedi per non mangiare le unghie

L’ onicofagia può scaturire anche da traumi familiari, da episodi di violenza, maltrattamenti, problemi di autostima o gelosia.. questi squilibri emotivi  sfociano in un compulsivo mangiarsi le unghie autolesionista.

COME SMETTERE DI MANGIARSI LE UNGHIE?

Eccovi alcuni rimedi per SMETTERE di mangiare le unghie:

  • Scarica lo stress facendo un po’ di sport! Praticare un’attività sportiva, specialmente all’aperto,  può aiutarti a liberarti  dalle tensioni, facendoti sentire più leggera e rilassata.
  • Tagliati bene le unghie cercando di dargli un profilo arrotondato, questo evita che si creino forme spigolose o frastagliate che possono avere punte pronte ad impigliarsi ovunque, scatenando la voglia di mangiarsi subito via “quel pezzettino lì che grrr..” Mantenerle curate e molto corte, senza “appigli” che spuntano, abbasserà la voglia di morderle.
  • Prova qualche deterrente: esistono in commercio tantissimi prodotti dal sapore disgustoso che potrebbero fare al caso tuo, sono smalti e spray. Una volta applicati, il loro sapore disgustoso e pungente ti arriverà dritto alla gola anche solo sfiorando col labbro la punta delle dita. Molto utili..
  • Indossa dei guanti, anche leggeri. Potrebbe essere utile per prevenire il rosicchiamento delle unghie: trovando una “barriera” costante davanti eviterai di mangiartele. Alcuni utilizzano anche i ditali in lattice o i cerotti ,applicandoli con la parte della garza sull’unghia, o garze autoadesive..magari funziona, ma non è molto pratico né esteticamente attraente.
  • Il mio preferito: fatti il semipermanente o una bella ricostruzione! Il gel, l’acrygel e l’acrilico sono un’ottima soluzione per chi desidera mettere una pietra sopra questo problema definitivamente: essendo duri, proteggono dai tuoi denti le tue unghiette, che potranno crescere sane e allungarsi senza pericoli! E finalmente potrai sfoggiare delle mani curate e ordinate come hai sempre desiderato!
  • Prova a neutralizzare la voglia di mangiarti le unghie usando un “sostituto”. Per esempio, rosicchia una radice di liquirizia, mastica una gomma senza zucchero, sgranocchia una carota, o addenta un ghiacciolo…trova qualcosa su cui sfogare i tuoi nervi, ti aiuterà a pensare ad altro.
  • Distraiti: disegna, ricama, cucina, fari qualsiasi cosa che possa tenere impegnate le tue mani, ti aiuterà a non pensarci e impedirà che finiscano “per caso” nei paraggi della tua bocca.

Se tutti i tuoi tentativi non hanno funzionato e sei determinata a uscirne, prova a chiedere aiuto ad un medico.
L’aiuto di un professionista esperto potrebbe aiutarti a risolvere eventuali disagi psicologici o emotivi che sono spesso alla base di questi comportamenti compulsivi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: