Riso bianco (arroz blanco) per risotti conditi

Questa ricetta base di riso, che mi ha insegnato un’amica dell’Ecuador, mi aiuta a preparare un tipo di riso, che presenta chicchi che rimangono staccati l’uno dall’altro, un po’ gommosi, diversi dai risotti italiani cremosi, e pronti per essere conditi con altri alimenti, es. , pollo stracciato, salamini piccanti, wurstel, verdure varie ecc. Insomma, posso utilizzare questo particolare metodo di cottura, per preparare un riso asciutto, consistente, pulito, col quale creare tanti piatti, diversi, di riso.

Procedimento

  1. Sciacquate il riso alcune volte, fino a che l’acqua risulti chiara, poi mettetelo in una pentola antiaderente e copritelo di acqua fredda, fino a che lo superi di 1 cm e 1/2 ( circa 1 dito. Non mettere troppa acqua, altrimenti il riso non riesce ad assorbirla tutto. )
  1. Aggiungete 3 cucchiai di olio di mais, poco meno di 1 cucchiaio raso di sale fino, mescolare tutto bene, mettere il coperchio e accendere la fiamma.
  2. Lasciate cuocere a fiamma bassa-media e, quando bolle, spostate il coperchio ma senza toglierlo, e senza girare il riso.
  1. Fate cuocere fino a che sentite sfrigolare, perchè l’acqua è quasi tutta evaporate e allora date una mescolata al riso, per smuoverlo un po’ e continuate la cottura per altri 2 minuti, girarlo ogni tanto per rendervi conto della cottura.
  2. I chicchi risulteranno separati l’uno dall’altro e anche un po’ gommosi.
  3. Assaggiatelo e, se è morbido il riso è cotto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: