SEMIPERMANENTI: LE DIFFERENZE IN BREVE

ONE STEP, SOAK OFF, BIFASICO, TRIFASICO..CHE CONFUSIONE!

A volte rinunciare allo smalto tradizionale può risultare un’ottima idea, soprattutto se state attraversando un periodo intenso e frenetico e non avete davvero tempo per star dietro alla vostra manicure e pedicure.
Non sarebbe bello avere su mani e piedi uno smalto resistente alle sbeccature e soprattutto che duri tanto?
Basta fastidiose sbeccature e continui noiosissimi “togli e rimetti”!
Se siete stanche di impazzire dietro a smalti dalla brevissima tenuta è il caso di provare un semipermanente.

Quando parliamo di smalti semipermanenti saltano fuori tanti nomi di prodotti e di attrezzature che potrebbero confondere e scoraggiare chi non appartiene a questo campo professionale.
In questo articolo cercheremo di fare un quadro generale su tutti i prodotti che si possono trovare sul mercato, con la relativa attrezzatura: con queste informazioni utili potrete capire con chiarezza cosa farà veramente al caso vostro!

SMALTO SEMIPERMANENTE: COS’E’

Il semipermanente è un prodotto in gel fotoindurente, cioè che si indurisce grazie ai raggi della lampada da manicure; esistono lampade UV e UV LED, e si utilizzano in base al brand degli smalti impiegati: i semipermanenti possono asciugarsi solo in lampade UV o LED, o in entrambe le tipologie di lampada, dipende tutto dalla casa produttrice, ecco perchè è importante controllare il metodo di catalizzazione richiesto prima di acquistare i prodotti.

Lo smalto semipermanente può essere considerato una via di mezzo tra la ricostruzione in gel e lo smalto tradizionale, motivo per cui viene chiamato spesso “smalto gel” dando luogo a confusioni varie con il classico gel utilizzato nelle ricostruzioni, ma la sua formulazione è easy off, fatta apposta cioè da permettere di rimuovere più velocemente il prodotto rispetto ai gel classici, tramite l’utilizzo di solventi appositi con fogli di alluminio o Nail Cap Clips.

Stiamo parlando di uno smalto pratico, a prezzi abbordabili e più duraturo di quello tradizionale: resta intatto fino a 3 settimane e oltre!
La manicure e pedicure con semipermanente è la tecnica migliore se desiderate ottenere una nail art impeccabile e duratura!
Ovviamente la durata è soggettiva, e un risultato ottimale dipende non solo dalla qualità dei prodotti e dall’accuratezza del lavoro, ma anche dal tipo di unghia su cui viene messo, da quanto vengono stressate le vostre mani durante la giornata, dalla professione o dai vari lavori manuali che vengono svolti dopo la sua applicazione, da eventuali farmaci assunti, da cicli ormonali e dalla cura personale che avrete delle vostre mani.
Può essere applicato sia su unghie naturali che ricostruite; facile da stendere, lo si può applicare anche a casa da sole, ma ha bisogno di una lampada UV o LED per potersi indurire e fissare.

QUALI SONO I SUOI VANTAGGI E PER CHI E’ADATTO

Il suo primo grande vantaggio è che vi fa sfoggiare una manicure impeccabile e long lasting: potete dire addio a continue applicazioni e a sbeccature: dopo una seduta di circa un’ora il vostro smalto semipermanente resterà bello e intatto per almeno tre settimane, alla fine delle quali sarà necessario un ritocco a causa della normale ricrescita dell’unghia naturale.
E’ particolarmente adatto a chi ha unghie naturali non rosicchiate e non alterate da onicofagia, per chi vuole avere manicure ordinata senza ricorrere a ricostruzioni e per chi non ha tempo da perdere dietro a ripetute manutenzioni, come richiede lo smalto tradizionale.

Un altro vantaggio dei semipermanenti è che potete sfoggiare una manicure long lasting senza dover per forza ricorrere a lime per rimuoverlo.
Inoltre è vantaggioso poter ottenere una manicure ordinata che possa essere fatta in casa, senza dover ricorrere all’estetista; se non siete sicure di cosa stiate utilizzando o non sapete come utilizzare i prodotti, fareste però meglio ad affidarvi ad un professionista.

ECCO LE DIFFERENZE

Il metodo di applicazione degli smalti semipermanenti parte dallo stesso procedimento di base per poi differenziarsi in base al tipo di prodotto che viene utilizzato: si parte infatti da una manicure tradizionale e un’apposita preparazione delle unghie per l’applicazione di prodotti in gel, in cui le unghie vengono sgrassate, private cioè degli strati oleosi che si formano naturalmente; in questo modo viene favorita l’adesione del prodotto alla lamina ungueale.
La durata dell’intera seduta dipende dalle unghie in questione e dalla loro condizione di partenza.

TRIFASICO

Poco conosciuto con il nome di three step, il metodo trifasico è quello più utilizzato e diffuso; consiste nell’applicazione di 3 parti: una base, un colore e un top coat.
Più resistente, ha una tenuta perfetta su unghie naturali sane fino a 3 settimane, maggiore rispetto il Soak off, ed è più difficile da rimuovere in un solvente per via dei suoi diversi strati.
La sua rimozione avviene infatti tramite un remover apposito, che viene applicato sulle unghie dopo averle opacizzate con una lima, tramite dei pads imbevuti di soluzione e richiusi attorno alle dita con fogli di alluminio.

ONE STEP

È il metodo che più si avvicina agli smalti normali, infatti si applica un solo smalto sulle unghie: base, colore e top coat sono uniti in un’unica soluzione.
Veloce e pratico, dopo un’adeguata preparazione delle unghie basta applicarlo e catalizzarlo in lampada.
Molti smalti one step non presentano neanche lo strato di dispersione, quindi non serve nemmeno doverle sgrassare alla fine.
Questo tipo di semipermanente è anche più facile da togliere grazie all’unico strato che ricopre l’unghia: viene sciolto in pochi minuti tramite il giusto remover, perfetto per chi ama cambiare spesso il colore!
Questo semipermanente, essendo sottilissimo, ha una durata inferiore rispetto agli altri, ma poco importa se vogliamo sfoggiare unghie perfette e dai colori diversi più spesso!

TWO STEP

Questo è un sistema di semipermanente a due fasi, costituito solo da colore e top coat: la base che solitamente si mette sull’unghia naturale per proteggerla è compresa nel colore.
La durata massima è di tre settimane circa ma potrebbe resistere anche meno, dato che vi sono pochi strati di gel a coprire l’unghia.
Si toglie limando la superficie e applicando il remover adeguato con fogli imbevuti.

SOAK OFF

Veloci, pratici e a lunga durata, sono più sottili e morbidi rispetto ai gel utilizzati per la ricostruzione, per questo si mantengono in media fino a 2 settimane.
Adatto a chi ha delle unghie deboli, che si spezzano facilmente: lo spessore dello smalto protegge le unghie e le aiuta a crescere, aderendo meglio all’unghia rispetto a un gel tradizionale grazie alla sua elasticità.
Si applicano sull’unghia naturale bufferizzata come un normale smalto, senza bisogno di limare, e si induriscono in lampada.
Sono una via di mezzo tra lo smalto semipermanente e la ricostruzione in gel, perché presentano alcune caratteristiche sia dell’uno che dell’altro prodotto.
Elastici, non si spaccano nè scheggiano, si rimuovono senza dover limare l’unghia, ed è per questo che sono associati agli smalti semipermanenti.
Soak off in effetti significa “togliere mettendo a mollo”: basta immergere le unghie nell’apposito remover e il gel si scioglierà facilmente in 15-20 minuti e sarà pronto per essere rimosso con lo spingi cuticole o un bastoncino d’arancio.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: