SOS SMALTO SECCO E DENSO: ECCO COME RECUPERARLO!

TUTTI I RIMEDI PER SALVARE IL TUO SMALTO PREFERITO!

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

Sebbene il PAO degli smalti indichi una durata di 24-36 mesi, dopo un breve periodo spesso diventano inspiegabilmente densi, viscosi o secchi.
Come rimediare?
Il processo chimico che dovremmo indurre consiste nel dissolvere i polimeri, molecole complesse, che per diversi motivi (tra cui l’uso non costante dello smalto) si sono addensati facendo perdere l’originale consistenza al prodotto.
Se hai uno smalto vecchio, denso o secco, puoi rimetterlo a nuovo grazie all’aiuto di diverse tecniche; tieni presente che alcuni di questi metodi potrebbero non funzionare a causa degli ingredienti o della densità dello smalto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE COME FAR DURARE PIU’ A LUNGO I TUOI SMALTI!

PROVA A SMUOVERE E RIMESCOLARE IL PRODOTTO

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

La prima cosa da provare per separare i polimeri addensati all’interno di uno smalto un po’ “datato” è quello di rimescolare tutto.
Nel caso noti che in qualche boccetta dei tuoi smalti la parte pigmentata si sia separata da quella liquida, non temere, i prodotti non sono da buttare, puoi recuperarli!
Fai rotolare la boccetta fra le mani, NON SHAKERARLA: capovolgi la boccetta, in modo da favorire la ridistribuzione del prodotto e falla rotolare fra i palmi per diverse volte. Poi riponila in verticale.
Ciò può aiutare a far sciogliere lo smalto.
Se lo smalto si è addensato solo leggermente, basterà questo rimescolamento; se questo metodo non dovesse funzionare, devi provarne un altro per far sciogliere lo smalto.
Qui di seguito tutte le altre soluzioni!

ACETONE PER SMALTO

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

La prima cosa DA NON FARE, anche se la più diffusa e istintiva, è quella di mettere i solventi all’interno delle boccette.
Nonostante vengano utilizzati per sciogliere ed eliminare lo smalto, una volta versati nelle boccette e miscelati, questi acetoni ridurrebbero la tenuta dello smalto opacizzandolo, rendendo il prodotto inutilizzabile:

  • Dopo poco tempo lo farebbero diventare secco, per via dell’evaporazione del solvente.
  • I pigmenti rischierebbero di perdere il loro colore originale, sbiadendosi e distruggendo definitvamente lo smalto.
  • Ridurrebbero la sua tenuta e la sua durata originale, causando anche delle crepe sullo smalto asciutto.

Vuoi provarlo lo stesso? Ecco come fare:

  1. Prendi il tuo acetone e versane qualche goccia in un contenitore che non possa essere corroso da questa sostanza acida (evita polistirolo e plastica, utilizza un recipiente in vetro).
  2. Aggiungi all’acetone l’olio essenziale di arancia o di mandorla, in parti uguali, e miscelali bene.
  3. Sciacqua il pennellino nel vasetto con l’acetone facendolo ruotare; in questo modo i residui di smalto dovrebbero sciogliersi e staccarsi dalle setole.
  4. A questo punto puoi rimettere il pennellino intriso di acetone nello smalto, chiuderlo bene e fallo roteare fra le mani SENZA AGITARLO.
    L’acetone rimasto sul pennellino dovrebbe sciogliere il resto dello smalto rendendolo più liquido, in questo modo potrai usarlo come se fosse nuovo, anche se per poco.

ALCOOL DENATURATO

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

Un metodo per recuperare lo smalto denso o secco è aggiungere con un contagocce di 2-3 gocce di alcool denaturato.
Non esagerare con la quantità di alcool, altrimenti lo smalto diventa troppo liquido.
Per non sbagliare procedi per gradi: versa 2 gocce, sfrega fra le mani la boccetta SENZA SBATTERLA e controlla se il colore è ancora troppo denso; in tal caso, aggiungine un’altra , risfrega la boccetta fra le mani, ricontrolla e così via.

ACQUA CALDA

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

Questo metodo è più lungo ma anche meno aggressivo.
Prendi un pentolino, riempilo d’acqua e accendi il fornello.
Prima della fase di bollitura, cioè quando l’acqua sta per bollire e si notano delle piccole bollicine, spegni il fuoco e immergi le boccette degli smalti che vuoi recuperare; lasciali raffreddare in ammollo per 30 minuti.
Trascorso questo tempo scola l’acqua e, facendo attenzione a non bruciarti con gli smalti che saranno quasi bollenti, asciuga le boccette.
In questo modo lo smalto torna come nuovo e puoi riutilizzarlo!

SFRUTTA IL CALORE DEL TERMOSIFONE

Questo rimedio lavora in modo simie a quello della bollitura ma è più facile e veloce, anche se si può fare solo in inverno.
Anche in questo caso sfrutterai il calore: capovolgi lo smalto e inseriscilo a testa in giù all’intero delle fessure presenti sul termosifone acceso, lasciandolo a riscaldare per 15-20 minuti.
Il calore procederà a sciogliere il tuo smalto, rendendolo nuovamente pronto per essere riutilizzato!

 OLIO DI MANDORLE DOLCI

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

Questo è un metodo meno invasivo rispetto all’utilizzo dell’alcool denaturato, senza contare che l’Olio di Mandorle Dolci è molto utile anche alla cura dell’unghia.
Su alcuni tipi di smalto, l’Olio di Mandorle e l’olio d’oliva hanno lo stesso effetto di un diluente e risultano molto utili per il recupero dello smalto denso o secco.
Come fare?
Aggiungi con il contagocce 2 gocce di Olio di Mandorle Dolci al tuo smalto secco.
Non agitare la boccetta ma tienila in mano e fregala delicatamente tra i due palmi.
Questo movimento riscalderà il contenuto della boccetta e agevolerà lo scioglimento dello smalto.
Nel caso in cui lo smalto non dovesse ancora essere della densità desiderata, aggiungi altre 2 gocce di Olio di Mandorle.
E’ possibile che l’effetto non duri per sempre, ma basterà aggiungere nuovamente le due goccine di Olio di Mandorle Dolci.

DILUENTE PER SMALTO

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

Nei negozi di cosmetici troverai un diluente specifico per ogni tipo di smalto, anche per quelli in gel.
In questo caso basterà seguire le istruzioni riportate sulla confezione del prodotto.  
Il diluente per smalto, a differena dell’acetone, contiene sostanze chimiche che ripristinano la consistenza dello smalto rendendolo nuovamente fluido.

  • Versa una goccia alla volta di diluente, per evitare di sbagliare e renderlo troppo liquido; chiudi bene la boccetta e falla rotolare fra le mani.
  • Se lo smalto non raggiunge la consistenza desiderata, aggiungi un’altra goccia e ripeti il procedimento fino a quando lo smalto non si sarà diluito e sarà tornato come nuovo.

TOP COAT

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna

Una tecnica molto semplice e sbrigativa è quella di dare respiro allo smalto addensato aggiungendogli un altro smalto più liquido.
L’inserimento di un top coat nuovo, infatti, avrà come risultato quello di diluire la densità del vecchio smalto e renderlo nuovamente applicabile.
Potrebbe renderlo meno intenso, ma comunque nuovamente riutilizzabile.
In questo caso sarà sufficiente versare qualche goccia del nuovo top coat per riportare in luce lo smalto.

E SE LO SMALTO VIENE DILUITO TROPPO?

sos-smalto-secco-denso-come-recuperarlo-universo-donna (2)

Nel caso in cui i tentativi di diluire lo smalto avessero prodotto il risultato opposto, cioè quello di uno smalto troppo diluito, nessun problema: per falo addensare basterà lasciare la boccetta aperta per qualche ora, nei casi più disastrosi anche per una giornata.
L’aria che entrerà nel contenitore farà sì che lo smalto si riaddensi..mi raccomando, stai attenta a non dimenticarti di richiuderlo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: