5 TRATTAMENTI E RIMEDI NATURALI CONTRO I PIDOCCHI

Come accennavo in altro articolo che ho scritto, la pediculosi non è una infestazione che dipende dalla pulizia , dall’ambiente o dai bambini. Non trasmettono malattie ma sono comunque molto fastidiosi. Qui sotto vediamo ALCUNI RIMEDI NATURALI per poter ELIMINARE la proliferazione dei parassiti.

Esistono rimedi naturali per i pidocchi? SI!

L’infestazione va trattata rapidamente per evitare per l’appunto la proliferazione dei parassiti. Non è obbligatorio l’utilizzo dei prodotti chimici, purché stiamo attenti a 2 cose: a quanti pidocchi la persona ha in testa e che il prodotto non sia tossico per il bambino e noi . Se abbiamo a che fare con pochi insetti (da uno a quattro), cosa comune in climi come il nostro, il rimedio più efficace è quello naturale.

#1 RIMEDIO NATURALE

WET COMBING

wet combing, tecnica inglese per eliminare i pidocchi

Per eliminare i pidocchi usando questa tecnica, basta bagnare i capelli di balsamo e pettinarli dalla base alla punta per cinque-quindici minuti con un pettine a denti fitti per pidocchi, una procedura che gli inglesi chiamano wet combing e che funziona perché tiene conto del ciclo vitale dell’insetto. Un pidocchio neonato impiega circa dieci giorni per diventare un adulto in grado di riprodursi. Una lendine, dopo dieci-quindici giorni che è stata deposta, muore, perché il capello, crescendo, la allontana dal cuoio capelluto, il cui calore è essenziale per la schiusa, che comunque non può avvenire oltre i 12-13 giorni dalla deposizione. Dopo questo periodo si trova a oltre 6 mm dal cuoio capelluto e la lendine non è più vitale, anche se rimane attaccata al capello.

#2 RIMEDIO

OLIO DI NEEM

foglie di neem

Un’altro metodo naturale è quello di utilizzare l’olio di Neem. Un alleato importante ed efficace nella lotta contro i pidocchi . Si ricava dai frutti e dai semi di una pianta sempreverde originaria del subcontinente indiano nota come nim. L’olio di neem è usato,come base attiva per trattamenti preventivi e repellenti della pediculosi. La presenza di azadiractina (principio attivo contenuto nelle foglie e nei semi) esercita sul pidocchio una potentissima azione anti appetente, che ne impedisce la maturazione e lo sviluppo. L’unica pecca è che è un olio con un odore molto forte e non a tutti piace la sua profumazione.

Utilizzo dell’olio di Neem

Per liberarti dai pidocchi ti consiglio preparare il seguente impacco naturale. In una ciotola, versa 90 grammi di olio di cocco e 10 grammi di olio di Neem. Mescola con cura e aggiungi 50 gocce di olio essenziale di lavanda. Adesso, applica il composto sui capelli umidi e lascialo agire per circa mezz’ora. Passa il pettine prima di lavare bene i capelli con uno shampoo. Ripeti il trattamento ogni tre giorni, per due settimane.

Un’altro modo per utilizzare l‘olio di neem come prevenzione è mettere una pippetta di olio all’interno del nostro shampoo abituale. L’olio favorisce la circolazione sanguigna, incentiva la crescita dei capelli, inoltre lubrificando e idratando la pelle della testa i capelli risultano meno sfibrati, secchi, e con minor numero di doppie punte, minor diradamento e caduta. Il capello e il bulbo si rafforzano apparendo più sani e lucidi, senza dimenticare l’effetto antiparassitario atto a prevenire la pediculosi! Di solito suggerisco l’olio di neem di My.organics perchè è lavorata insieme alla lavanda ed ha una profumazione più gradevole.

#3 RIMEDIO

OLI ESSENZIALI

Photo by Mareefe on Pexels.com

Gli oli essenziali sono solitamente miscelati a oli lavanti, lozioni e gel fissanti. Sono tantissimi, infatti, i prodotti a base di oli vegetali (bergamotto, tea treetimo, lavanda, anice, noce di cocco, ylang-ylang) capaci di combattere la pediculosi. Gli oli essenziali inducono nel parassita una crisi respiratoria, lo soffocano. Inoltre, uccidono le lendini, impedendo una possibile diffusione. I trattamenti a base di tali oli sono facili da seguire e, a meno di allergia a uno o più dei contenuti o di abuso, il rischio di effetti avversi e indesiderati è praticamente pari a zero.

Ad ogni modo, il mio consiglio è sempre lo stesso: confrontati con il tuo medico curante (o pediatra), prima di iniziare qualunque terapia fai da te.

Utilizzo degli oli essenziali

Per l’impacco ti servono:

  • mezza tazzina da caffè, rimpieta di olio di oliva
  • 5 gocce di tea tree oil

Per prima cosa, mescola tutti gli ingredienti. Con un pennello, partendo dalla radice fino alle punte, inizia a passare il composto ottenuto. A questo punto, copri la testa con un asciugamano o una cuffia da doccia di plastica e lascia agire per 2 ore. Prima del risciacquo, passa il pettine a denti stretti, ricordandoti di dividere i capelli in tante piccole sezioni.

#4 RIMEDIO

ACETO DI MELE

Photo by Suzy Hazelwood on Pexels.com

L’aceto di mele è ottimo per sciogliere il collante che permette alle lendini di attaccarsi al capello, grazie all’alta concentrazione (circa il 5%) di acido acetico contenuto in esso

L’acido acetico riesce a disintegrare le uova, farle staccare (sciogliendo il collante) e disturbare i pidocchi più piccoli. Inoltre, è il componente che dona all’aceto le proprietà antisettiche e antibatteriche che lo contraddistinguono.

Attenzione, però: funziona solo per i pidocchi piccoli e per le uova.

Utilizzo dell’aceto di mele

Per l’impacco serve:

  • 2 bicchieri di aceto di mele
  • acqua calda

Mescola 2 bicchieri di aceto di mele con acqua calda, imbevi un asciugamano e avvolgi la testa del bambino. Lascia in posa 20 minuti, fai scorrere un pettine a denti stretti lungo tutti i capelli e risciacqua.

Sconsiglio si usarlo direttamente sulla testa perché potrebbe essere molto irritante per il cuoio capelluto, ormai devastato dalle punture. Io l’ho provato da bambina è non è il massimo.

#5 RIMEDIO

AGLIO

Photo by Isabella Mendes on Pexels.com

Se non lo sai, l’aglio è un ingrediente che possiede un potere antibiotico e fungicida. Oltre a prevenire diversi tipi di funghi e germi, grazie al suo alto contenuto di solfatiriesce a mantenere distanti insetti e parassiti.

Utilizzo contro i pidocchi

Prendi una testa d’aglio e immergila in mezzo litro d’acqua bollente. Lascia riposare per un paio d’ore, filtra il composto, e cospargi l’infuso su tutto il cuoio capelluto. Copri la testa con un asciugamano e lascia agire per tutta la notte.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: