5 ERRORI DA NON FARE ASSOLUTAMENTE CON LA PIASTRA O CON IL FERRO ARRICCIANTE

Il primo errore che si fa quando si vuole utilizzare uno strumento a caldo come ferri e piastre è quello di non asciugare bene i capelli, mi spiego meglio. Quasi sempre quando finiamo di lavarci i capelli ovviamente li asciughiamo con il phon e poi passiamo subito all’utilizzo dello strumento a caldo. Non tutti sanno però che questa operazione nell’80% dei casi è dannoso per la chioma perché di solito tendiamo a dare poca importanza al passaggio asciugatura non assicurandoci bene bene di averli asciugati al 100% oppure no. Forse molti di voi non sanno che il capello ci mette del tempo per essere ben asciutto dall’esterno fin al suo interno(dalla cuticola al midollo). Avrete sicuramente notato che quando si va’ dal parrucchiere, lui stesso esegue un’asciugatura molto precisa e curata asciugando i capelli ciocca per ciocca. In questo modo ci si assicura di aver dato già una piega al capello e di averlo asciugato per bene. Ecco noi dovremmo fare la stessa a cosa anche a casa. Dovremmo cercare di asciugarli molto stando sempre attente a non usare l’aria troppo calda senza scottare i capelli con l’utilizzo di una spazzola per cercare di sigillare le cuticole e rendere il capello più liscio e luminoso. Una volta fatto questo aspettare qualche minuto che i capelli si “raffreddino” e accettarci che siano asciutti e non umidi.

Photo by Gratisography on Pexels.com

Questo passaggio è molto importante perché senza di esso si passa inevitabilmente al secondo errore.

Il secondo errore per l’appunto è passare la piastra con un capello umido.

Questo passaggio è molto importante perché se si fa questa azione succede che si rischia di “cucinare” il capello. Il capello è formato da 3 strati cuticola, corteccia e midollo. Se noi non asciugassimo bene fino al midollo il capello si rischia di lasciare dell’umidità all’interno. Questa umidità con l’utilizzo della piastra inizia a surriscaldarsi molto arrivando alla temperatura che vi siete già prefissi prima sullo strumento utilizzato. Questo comporta una scottatura interna del capello e può portare a delle lesioni a livello capillare molto importanti e serie che possono richiedere anche un taglio drastico.

Photo by Element5 Digital on Pexels.com

Il terzo errore è non utilizzare prodotti che possono essere di aiuto nel proteggere i capelli da varie fonti di calore che possono essere oltre che le piastre anche il phon. Questi tipi di prodotti hanno la capacità  di lucidare, nutrire e ristruttura i capelli, rendendoli docili, morbidi , setosi e accelerano i tempi di asciugatura oltre che protegge dalle fonti di calore. Raccomandazione: state attente sempre ai prodotti che acquistate e utilizzate. I prodotti come questi di solito si presentano sotto forma di olio, l’accortezza da tenere e che non ci siano all’interno i cosidetti SILICONI.

clicca qui

Il quarto errore è di non pettinare i capelli prima di piastrarli.

Prima di qualunque cosa vogliamo fare ai nostri capelli è sempre bene spazzolarli e pettinarli per districare bene togliere eventuali nodi che possono formarsi con l’asciugatura. Raccomando di utilizzare se possibile spazzole con setole e che abbiano nella parte interna quella gomma che attutisce un po’ l’azione meccanica che andiamo a fare senza traumatizzare cute e capelli. Facendo questo ci facilitiamo e semplifichiamo poi la lisciatura che andremo a fare.

Photo by Element5 Digital on Pexels.com

Il quinto errore è la temperatura che si utilizza. Di la verità anche tu metti la piastra al massimo del calore per far prima e avere il miglior risultato . Tranquilla è una cosa che fanno tutti , ma adesso ti spiego perché è sbagliato e come fare. E’ sbagliato usare il calore al massimo perché ogni tipologia di capello (grosso medio e fino) ha una sua temperatura ideale per essere stirato ed oltre a questo dobbiamo anche tener conto se è stato trattato chimicamente precedentemente con colorazioni ,decolorazioni, mèchès, … Adesso passiamo al come: questa è la mia guida per far si che da oggi impariate al meglio come piastrare i capelli. Innanzitutto ricordatevi di pettinare bene i capelli per togliere eventuali nodi, fare ciocche molto sottili e di piastrare i capelli con l’aiuto di un pettine a coda per tenere la ciocca tesa e pulita. Mi raccomando la ciocca non va piastrata infinite volte , basta solo 3 massimo 4 volte se hai capelli mossi o ricci . Va’ da se che se sono sottili una sola passata è sufficiente.

Photo by Polina Tankilevitch on Pexels.com

Più la temperatura è alta e meno passaggi sono da fare.

Qui vi metto le temperature consigliate da me

Capelli naturali

  • sottili – 170 °
  • medio/grossi – 190°
  • grossi  – 210°

Capelli trattati chimicamente

  • ottili  – 160°
  • medio/grossi – 180°
  • grossi  – 200°

Un altro dei miei suggerimenti è di diffidare delle piastre che si osso usare a capelli umidi.
Il capello deve essere sempre ben asciutto per i motivi riportati sopra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: